Permesso di costruire a Roma

RICHIESTA DEL PERMESSO A COSTRUIRE ROMA E PROVINCIA

Cos'è il permesso di costruire, per quali interventi si richiede, come va richiesto e qual è la sua efficacia temporale

INDICE :

   

1. Cos'è il permesso di costruire

documenti permesso di costruire a roma

Il permesso di costruire a Roma è un titolo autorizzativo rilasciato dal Comune di riferimento e necessario per eseguire interventi di trasformazione urbanistica ed edilizia.

Esso è disciplinato dal Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (d.p.r. n. 380/2001) e ha sostituito la vecchia concessione edilizia introdotta dalla legge numero 10 del 1977 (c.d. Legge Bucalossi), che a sua volta era subentrata alla licenza edilizia.

Il permesso di costruire viene essenzialmente utilizzato per le nuove costruzioni, gli ampliamenti o gli interventi rilevanti di ristrutturazione.

 

2.Interventi che richiedono il permesso di costruire

Più nel dettaglio, ai sensi dell'articolo 10 del Testo unico, il permesso di costruire è necessario per le seguenti tipologie di intervento:

  • interventi di nuova costruzione,
  • interventi di ristrutturazione urbanistica,
  • interventi di ristrutturazione edilizia che portano ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportano modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti, o, se si tratta di immobili compresi nelle zone omogenee A, mutamenti della destinazione d'uso, nonché interventi che comportano modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli.

In ogni caso, alle Regioni è data la facoltà di stabilire con propria legge i mutamenti dell'uso di immobili o di loro parti effettivamente subordinati a permesso di costruire o a segnalazione certificata di inizio attività e di individuare nello stesso modo ulteriori interventi sottoposti al rilascio del permesso a Roma, tenendo conto dell'incidenza degli stessi sul territorio e sul carico urbanistico.

3.Rilascio del permesso di costruire a Roma

Il permesso di costruire può essere richiesto attraverso un'apposita istanza da presentare o, previa sottoscrizione digitale, via pec all'ufficio protocollo del Comune di riferimento o recandosi direttamente presso il Front Office dello Sportello Unico dell'Edilizia.

Alla richiesta vanno allegati un'attestazione concernente il titolo di legittimazione, gli elaborati progettuali richiesti, gli eventuali ulteriori documenti previsti per lo specifico intervento e una dichiarazione con la quale il progettista abilitato assevera la conformità del progetto agli strumenti urbanistici, ai regolamenti edilizi vigenti, alle altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell'attività edilizia (antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, relative all'efficienza energetica).

La competenza al rilascio è del dirigente o del responsabile dello sportello unico, che vi provvede nel rispetto delle leggi, dei regolamenti e degli strumenti urbanistici. In caso di inerzia, è possibile rivolgersi al titolare del potere sostitutivo nominato dalla Regione di riferimento.

Legittimato a ricevere il permesso, invece, è il proprietario dell'immobile o chi abbia titolo per richiederlo, con la precisazione che, in ogni caso, tale titolo autorizzativo può essere trasferito ai successori o aventi causa unitamente all'immobile e non incide sulla titolarità della proprietà o di altri diritti reali relativi agli immobili realizzati per effetto del suo rilascio. Il permesso di costruire, infine, è irrevocabile e oneroso e non comporta limitazione dei diritti dei terzi.

4.Condizioni per il rilascio

Il rilascio del permesso di costruire a Roma, che deve avvenire in conformità alle previsioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia, è subordinato:

  • all'esistenza delle opere di urbanizzazione primaria, o
  • alla previsione da parte del Comune dell'attuazione delle stesse nel successivo triennio, o
  • all'impegno degli interessati di procedere alla loro attuazione contemporaneamente alla realizzazione dell'intervento che è oggetto del permesso.

Se, tuttavia, il Sindaco ne fa espressa richiesta, il Presidente della giunta regionale può ordinare che gli interventi di trasformazione urbanistica ed edilizia avviati siano sospesi se gli stessi sono tali da compromettere l'attuazione degli strumenti urbanistici o, comunque, renderla più onerosa. A tal fine è necessario un provvedimento motivato da notificare all'interessato.

5.Procedimento per il rilascio del permesso a costruire a Roma

Veniamo ora agli aspetti procedimentali, fermo restando che le leggi regionali possono prevedere delle ulteriori misure di semplificazione e delle riduzioni dei termini stabiliti dal testo unico.

Una volta ricevuta l'istanza, lo sportello unico ha dieci giorni di tempo per comunicare al richiedente il nominativo del responsabile del procedimento. Quest'ultimo, entro sessanta giorni dalla presentazione della domanda, cura l'istruttoria e formula una proposta di provvedimento, corredandola da una relazione dettagliata sull'intervento richiesto. Nello stesso termine, può anche richiedere che vengano apportate modifiche di modesta entità rispetto al progetto originario, illustrandone le ragioni.

Il termine assegnato al responsabile del procedimento può essere interrotto, ma solo per una volta, entro trenta giorni dalla domanda e solo per acquisire (con richiesta motivata) dei documenti necessari a integrare o completare la documentazione presentata, che l'amministrazione non abbia già a disposizione né possa acquisire autonomamente. In tal caso, il termine inizia nuovamente a decorrere da quando la documentazione integrativa viene consegnata.

Il provvedimento finale è adottato dal dirigente o dal responsabile dell'ufficio entro trenta giorni dalla proposta del responsabile del procedimento ed è notificato all'interessato dallo sportello unico. Tale termine è esteso a quaranta giorni se il dirigente o il responsabile del procedimento ha comunicato all'istante i motivi che ostano all'accoglimento della domanda.

Tutti i termini del procedimento possono essere raddoppiati se i progetti risultano particolarmente complessi.

Silenzio-assenso

Il Testo unico prevede oggi che, se il dirigente o il responsabile dell'ufficio non ha opposto un motivato diniego alla domanda di permesso di costruire e il termine per l'adozione del provvedimento conclusivo è decorso inutilmente, sull'istanza si intende formato il silenzio-assenso, a meno che non sussistano vincoli relativi all'assetto idrogeologico, ambientali, paesaggistici o culturali.

6.Permesso di costruire in deroga

In alcuni casi è possibile che il permesso di costruire sia rilasciato in deroga agli strumenti urbanistici generali, deroga che deve comunque rispettare le norme igieniche, sanitarie e di sicurezza e che può riguardare solo i limiti di densità edilizia, di altezza e di distanza tra i fabbricati e, se si tratta di interventi attuati in aree industriali dismesse e alle condizioni che vedremo tra breve, le destinazioni d'uso.

Il permesso in deroga, in particolare, può essere rilasciato, previa deliberazione del consiglio comunale, esclusivamente con riferimento a edifici e impianti pubblici o di interesse pubblico e per gli interventi di ristrutturazione edilizia, attuati anche in aree industriali dismesse, se da ciò non derivi un aumento della superficie coperta prima dell'intervento di ristrutturazione.

7.Durata del permesso di costruire

I termini di inizio e di ultimazione dei lavori entro i quali il permesso di costruire a Roma ha efficacia sono indicati nel permesso stesso. In ogni caso, l'articolo 15 del Testo unico precisa che il termine di inizio dei lavori non può essere superiore a un anno dal rilascio del titolo, mentre quello entro il quale l'opera va completata non può essere superiore a tre anni dall'inizio.

Proroga

Una volta scaduto il termine di efficacia del permesso, quest'ultimo decade di diritto per la parte non eseguita.

Per evitare la decadenza, prima della scadenza va richiesta una proroga che viene accordata, con provvedimento motivato, nei seguenti casi:

  • sopravvenienza di fatti estranei alla volontà del titolare del permesso,
  • esigenze connesse alla mole dell'opera da realizzare o delle sue particolari caratteristiche tecnico-costruttive,
  • difficoltà tecnico-esecutive emerse successivamente all'inizio dei lavori,
  • opere pubbliche il cui finanziamento è previsto in più esercizi finanziari,
  • impossibilità di iniziare o concludere i lavori per iniziative dell'amministrazione o dell'autorità giudiziaria rivelatesi poi infondate.

1.Nuovo permesso e decadenza

Il rilascio del nuovo permesso a Roma riguarda le opere ancora da eseguire ed è concesso a meno che le stesse non rientrino tra quelle che possono essere realizzate mediante segnalazione certificata di inizio attività. Ove necessario, è previsto il ricalcolo del contributo di costruzione.

In ogni caso, l'entrata in vigore di previsioni urbanistiche contrastanti comporta la decadenza del permesso, a meno che i lavori non siano già iniziati e vengano completati entro tre anni dall'inizio.

SCRIVICI PER INFO E PREVENTIVI GRATUITI

Tempi e Costi per della destinazione d'uso catastale a Roma

Tempo di consegna: 3 giorni lavorativi dal sopralluogo. Lavoriamo su tutta Roma e provincia, il servizio è garantito dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00. Contattattaci subito, le richieste effettuate dopo l'orario stabilito verranno trattate il primo giorno utile lavorativo. Per solleciti o chiarimenti chiamare lo 06.5062959.
Prezzo: a partire da € 250,00 (i.v.a. esente, tributi Agenzia Entrate 50,00 €)
Metodo di pagamento: Bonifico bancario o pagamento in contanti.

APPROFONDIMENTI E ARTICOLI

Rimani sempre aggiornato ! ! !

VISUALIZZA LA PAGINA DEGLI ARTICOLI

SUET di Roma Sportello Unico Edizia Telematico - Invio della Cila

Il SUET è uno sportello telematico a disposizione dei cittadini e dei tecnici professionisti progettato per semplificare la presentazione delle comunicazioni e delle istanze necessarie per la realizzazione degli interventi edilizi, agevolarne l’istruttoria  da parte degli uffici competenti, monitorarne lo stato d’avanzamento da parte di tutti i soggetti interessati sino alla conclusione dell’intervento edilizio.

Approfondisci

SUAP di Roma Sportello Unico Attività Produttive - Invio della Scia Commerciale

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.), istituito dal D. Lgs. 31 marzo 1998, n. 112, è uno strumento di semplificazione amministrativa che mira a coordinare tutti gli adempimenti richiesti per la creazione di imprese, al fine di snellire e semplificare i rapporti tra la pubblica amministrazione italiana e i cittadini.

Approfondisci

Come aggiornare la planimetria Catastale a Roma

Aggiornare la planimetria catastale a Roma è una procedura di variazione telematica al Catasto di Roma tramite programma Docfa. L'atto di aggiornamento catastale va presentato entro 30 giorni dal fine lavori a seguito di modifiche interne come ad esempio a chiusura di una pratica Cila o Scia edilizia.

Approfondisci

Quanto costa la pratica edilizia Cila a Roma?

Il costo della Cila a Roma tiene presente diverse variabili di carattere soggettivo e oggettivo, con l'abolizione dei tariffari minimi le parcelle dei liberi professionisti hanno subito notevoli inerzie di mercato. Il costo della pratica cila può dipendere dal taglio immobiliare, dalla durata dei lavori di ristrutturazione edilizia, ecc.

Approfondisci

Quanto costa aggiornare le tabelle millesimali a Roma?

Le tabelle millesimali generalmente si dividono in proprietà generali, scale, ascenzore e di riscaldamento condominiale. Le più rilevanti sono le tabelle di proprietà generali in quanto determinano in base ad una suddivisione proporzionale la manutenzione delle aree comuni.

Approfondisci

scia per aprire una Guest house o Affittacamere a Roma

Presentare la scia per aprire una Guest house o Affittacamere a Roma è una procedura che vine fatta attraverso lo sportello unico per le attività ricettive SUAR necessaria un attività imprenditoriale nell’ambito ricettivo.

Approfondisci

Il certificato di agibilità roma

Il certificato di agibilità roma attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene nel rispetto dei requisiti igienico-sanitari degli ambienti, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, nonché la conformità dell’opera al progetto presentato.

Approfondisci

 

Tempi e costi della Cila a Roma - Contattaci per prendere un appuntamento.

Il nostro onorario varia da caso per caso, generalmente può partire da un importo di circa € 600,00 (IVA esente - Regime forfettario), a questi vanno sommati i Tributi Catastali che ammontano ad € 50,00 e i costi istruttori di euro € 251,24.
Il nostro studio tecnico, nonché sede fisica, è all' Eur-Torrino. Effettuiamo sopralluoghi su tutto il territorio della Provincia di Roma. Il Costo della Cila a Roma non varia per le zone ricadenti nel Gra. Siamo operativi nelle zone ricadenti nel raggio e limitrofe al G.R.A. Sono coperte, ad esempio, le zone:
Eur, Malafede, Acilia, Casal Palocco, Ostia Antica, Castel Fusano, Infernetto, Castel Porziano, Casal Brunori, Casale Castellaccio, Casal Fattoria, Castel di Leva, Castel Romano, Colle di Mezzo Decima, e Castel di Decima Eur, Falcognana, Fonte Meravigliosa, Cecchignola, Fonte Laurentina, Giuliano Dalmata, Laurentino, Mezzocammino, Montemigliore, Mostacciano, Spinaceto Tor di Valle, Tor de' Cenci, Torrino, Trigoria, Vallerano, Vitinia, via Appia, via Ardeatina, via Cristoforo Colombo e via Ostiense, includendo inoltre le zone di San Paolo, Ardeatina, Roma 70, Grottaperfetta, Tor Marancia e Garbatella, Tuscolano Nord Tuscolano Sud Tor Fiscale Appio Don Bosco, Appio Claudio, Quarto Miglio, Pignatelli, Romanina, Gregna, Morena, Ciampino, Torre Spaccata, Torre Angela, Acqua Vergine, Torre Spaccata, Torre Maura, Tor Bella Monaca, Borghesiana, Torri e Castelli Tor Vergata, Giardinetti, Casal Bruciato, Casal Bertone, Casal de Pazzi, Rebibbia - Ponte Mammolo Podere RosaColli Aniene Tiburtino Tor Cervara Portonaccio Pietralata Monti Tiburtini Collina Lanciani San Basilio San Cleto Casal Monastero Torraccia Prato Lauro Settecamini Case Rosse Casale Caletto Casale Cavallari - Salone Monte Sacro, Val Melaina, Monte Sacro Alto, Fidene, Serpentara, Casal Boccone, Conca d'Oro, Sacco Pastore, Tufello, Aeroporto dell' Urbe, Settebagni, Bufalotta, Tor S. Giovanni Villaggio Olimpico - Parioli - Flaminio - Salario - Trieste - Villa Borghese - Villa Ada - Nomentano - San Lorenzo - Universita - Verano Rioni Borgo, Campitelli, Campo Marzio, Celio, Colonna, Esquilino, Ludovisi, Sallustinano, Monti, Parione, Pigna, Ponte, Prati, Regola, Ripa, S. Angelo, S. Saba, S. Eustacchio, Testaccio, Trevi, Trastevere e parte di Castro Pretorio, il quartiere Della Vittoria e parte dei quartieri Trionfale, Ostiense ed Ardeatino
Le richieste pervenute oltre queste zone saranno valutate per cercare di offrire il miglior prezzo possibile.

Contattaci per un preventivo gratuito ci occupiuamo dell'integrazione della tua pratica di condono a roma, sollecito d'urgenza, mancanza di pregiudizio statica condono, UCE roma, visura al condono roma, richieste informazioni, ritiro della concessione in sanatoria a Roma, o ritiro del condono, sollecito domanda di condono, tutto quello che c'è da fare al conodono edilizio di roma.